Poker

EUROPEAN POKER TOUR

Play Poker

Regole dei tornei di poker

Regole Generali

  1. Il direttore del torneo e il personale del casinò devono considerare l'interesse del torneo e la sua correttezza come priorità assoluta al momento di prendere decisioni. Circostanze insolite possono, in alcune occasioni, richiedere decisioni che favoriscano la correttezza rispetto alle regole tecniche. Le decisioni del direttore del torneo/del personale del casinò sono definitive.
  2. Responsabilità dei giocatori: i giocatori devono verificare i dati della registrazione e l'assegnazione dei posti, devono proteggere le loro mani, rendere evidenti le loro intenzioni, seguire l'azione, agire nel loro turno, difendere il loro diritto ad agire, tenere le carte in modo visibile, tenere le chips nel modo corretto, restare al tavolo con una mano in corso, parlare se vedono commettere un errore, cambiare tavolo prontamente, seguire la regola del one-player-to-a-hand, conoscere e rispettare le regole, mantenere un comportamento appropriato e generalmente contribuire allo svolgimento regolare di un torneo.
  3. Terminologia ufficiale dei tornei di poker: i termini e le azioni ufficiali per puntare sono semplici, inconfondibili, termini consolidati nel tempo, come: bet, raise, call, fold, check, all-in, pot (solo nel pot-limit), e complete. Anche i termini regionali possono soddisfare questi standard. L'utilizzo di linguaggio o gesti non-standard è a rischio del giocatore e potrebbe causare fraintendimenti. È responsabilità dei giocatori chiarire le proprie intenzioni.
  4. Dispositivi elettronici: al fine di evitare qualsiasi dubbio, il termine dispositivi elettronici include, senza limitazioni, i seguenti apparati, sia noti che sconosciuti. I dispositivi elettronici non possono essere collocati sulla superficie di gioco, che include qualsiasi parte del tavolo da gioco, in nessun momento. Ai giocatori è permesso appoggiare oggetti sulla ringhiera.
    1. Telefono: i giocatori non possono parlare al telefono mentre si trovano al tavolo, indipendentemente dal fatto che si trovino in una mano o meno. Per poter usare il telefono sono tenuti ad allontanarsi.
    2. Telefoni, tablet e PC portatili: i giocatori possono utilizzare questi dispositivi quando non si trovano in una mano. I PC portatili sul tavolo non possono essere connessi a una fonte di energia esterna.
    3. Periscope, Twitch, eccetera: non è permesso l'uso di app o altri tipi di dispositivi per trasmettere il torneo durante il gioco.
    4. Dispositivi per la registrazione indossabili: questi dispositivi (assieme a qualsiasi tipo di dispositivo per la registrazione) sono proibiti nella poker room.
    5. Nessun dispositivo elettronico sarà consentito ai tavoli televisivi o ali tavoli finali di un Main Event.
    6. Distrazioni al tavolo: PSLive si riserva il diritto di chiedere ai giocatori di interrompere l'uso di tutti i dispositivi elettronici o di qualsiasi altro strumento se il personale responsabile determina che ciò causi un rallentamento del gioco o abbia effetti negativi per gli altri giocatori presenti al tavolo. I giocatori possono richiedere al dealer di contattare il personale responsabile se ritengono che un giocatore stia rallentando il gioco a causa di influenze esterne, fra cui, senza limitazioni, libri, riviste e dispositivi elettronici.
  5. Accordi: gli accordi saranno consentiti in tutti i tornei in cui tale pratica non violi le leggi locali sul gioco. Tutti gli accordi saranno comunicati ai media.

Assegnazione dei posti

  1. Posti/stack: l'assegnazione dei posti sarà determinata da un sorteggio casuale e non sarà trasferibile. Lo staff del torneo si riserva il diritto di modificare l'assegnazione dei posti per agevolare i giocatori con necessità particolari durante l'intera durata del torneo e per bilanciare i tavoli nel corso delle fasi iniziali. È responsabilità dei giocatori verificare la ricevuta della propria registrazione per evitare che vi siano errori.
    1. I giocatori in lista, chi accede in ritardo e le re-entry riceveranno stack completi. Prenderanno posto e assumeranno i diritti e le responsabilità di qualsiasi posizione, eccetto tra lo small blind e il bottone.
    2. Ove applicabile, i giocatori che ricevono l'assegnazione del tavolo e del posto, avranno i loro stack messi in gioco quando tutti i numeri del loro posto sono stati assegnati.
      1. Per esempio: se un giocatore riceve Tavolo 4/Posto 8, una volta che tutti i posti n°8 sono stati assegnati, tutti i giocatori con il posto n°8 nel torneo avranno i loro stack messi in gioco.
  2. Identificazione: tutti i giocatori sono tenuti ad avere un documento d'identità con foto valido per sedersi al proprio posto all'inizio del torneo e a ogni successiva ripresa in tutti gli eventi live PSLive. Qualsiasi giocatore che utilizzi una forma d'identificazione fraudolenta sarà penalizzato, e la penalità potrà comportare la squalifica dall'evento.
  3. Re-buy: i giocatori che desiderano effettuare un re-buy non possono saltare una mano. Se un giocatore annuncia l'intenzione di effettuare un re-buy prima dell'inizio di una nuova mano, tale giocatore sarà considerato in gioco per l'importo di chips corrispondente al re-buy (che sarà obbligato a effettuare).
  4. Chiusura dei tavoli: l'ordine di chiusura dei tavoli viene reso pubblico al momento della chiusura delle iscrizioni per il torneo. PSLive si riserva il diritto di modificare l'ordine di rottura dei tavoli. I giocatori che si spostano da un tavolo che viene rotto si assumono i diritti e le responsabilità della posizione (bottone, small blind, big blind). Non riceveranno una mano fra lo small blind e il bottone.
    1. I tavoli saranno chiusi utilizzando un fattore casuale doppio. Il dealer farà pescare una carta a tutti i giocatori presenti al tavolo partendo da quello seduto nel posto uno. Il personale responsabile mescolerà le carte corrispondenti ai posti e le passerà ai giocatori iniziando da quello che ha pescato la carta più alta, procedendo poi in senso orario intorno al tavolo.
  5. Bilanciamento dei tavoli: il gioco verrà sospeso in qualsiasi tavolo con almeno tre giocatori in meno rispetto al tavolo che in quel momento ha il maggior numero di giocatori. Nelle varianti che prevedono un flop e nei giochi misti, i giocatori saranno spostati dal big blind alla posizione peggiore disponibile al nuovo tavolo. Potrebbero ritrovarsi addirittura sul big blind senza che ci sia nessun giocatore in posizione di small blind. La posizione peggiore non potrà mai essere lo small blind. Nei giochi di tipo Stud, i giocatori saranno spostati in base alla posizione (l'ultimo posto che si apre a un tavolo short è quello che deve essere occupato).
    1. Durante le fasi conclusive del torneo, i tavoli verranno bilanciati a discrezione del direttore del torneo.

Procedure

  1. Bottone: all’inizio del torneo sarà sorteggiata a un tavolo la posizione del bottone. Lo stesso accadrà per ogni ripresa, per ogni redraw e al tavolo finale. Questo sorteggio determinerà la posizione del bottone per tutti i tavoli del torneo.
    1. Dead button: durante tutti gli eventi si farà uso di un “dead button”. Il “dead button” è un bottone che non si può muovere a causa dell’eliminazione di un giocatore o dell’arrivo di un giocatore nella posizione fra lo small blind e il bottone.
    2. Bottone heads-up: durante la fase di gioco heads-up, lo small blind è sul bottone e agisce per primo. Quando ha inizio la fase heads-up, potrebbe essere necessario rettificare la posizione del bottone per assicurare che nessun giocatore si trovi due volte al big blind.
    3. Posizione errata del bottone: se il bottone del dealer è stato collocato nel posto sbagliato e ci si accorge di questo dopo che ha avuto luogo un’azione significativa (regola 41), si continuerà a giocare e il bottone si sposterà in senso orario nella mano successiva. Se ci si rende conto di questo prima che abbia avuto luogo un’azione significativa, la mano sarà dichiarata un misdeal e la posizione del bottone sarà corretta.
  2. Chip race: al momento di rimuovere dai tavoli le chips di minor valore, ci sarà una procedura, chiamata "chip race", al termine della quale al massimo una chip verrà assegnata a ciascun giocatore. La chip race inizierà sempre dal primo giocatore alla sinistra del dealer. Un giocatore non può essere eliminato dal torneo come conseguenza di tale procedura. Nel caso in cui ad un giocatore fosse rimasta una sola chip e la perdesse durante la chip race, riceverà una chip del valore più basso ancora in gioco. I giocatori che dopo la chip race venissero trovati in possesso di una delle chips eliminate, perderanno tali chips, a meno che non siano equivalenti in valore a una chip ancora in gioco. Si consiglia ai giocatori di essere presenti al momento della chip race.
  3. Cambio delle chips con chips di valore superiore: lo staff del torneo si riserva il diritto di richiedere questo cambio a qualsiasi giocatore e in qualsiasi momento, a propria esclusiva discrezione. Il giocatore ha il diritto di assistere al cambio delle chips ed è incoraggiato a farlo. Il cambio delle chips con chips di valore superiore deve essere annunciato ai giocatori perché possano essere presenti all'operazione, se lo desiderano.
  4. Chips dispari: nei giochi split-pot, la chip dispari sarà assegnata alla mano high. Nei giochi con flop, quando ci sono due o più mani high o due o più mani low la chip dispari sarà assegnata alla prima mano che ne ha diritto alla sinistra del bottone. Nei giochi Stud, la chip dispari sarà assegnata alla carta più alta in ordine di seme. Tuttavia, quando più mani hanno identico valore, il piatto sarà diviso in parti per quanto possibile uguali. In Omaha/Stud 8 or Better, il piatto sarà diviso fino a raggiungere la chip di minor valore ancora in gioco. Se dalla divisione del piatto risulterà una chip dispari, questa sarà assegnata alla mano high. Se dalla divisione fra le mani low risulta un’ulteriore chip dispari, questa sarà assegnata al giocatore che si trova nella posizione peggiore (più vicina a sinistra del bottone). Nei giochi Stud, la chip dispari sarà assegnata alla mano high. Nel caso di un piatto diviso high o low, la chip dispari andrà alla carta più alta in ordine di seme delle due mani che dividono il piatto.
  5. Carte visibili, chips e stack count: i giocatori devono sempre tenere le proprie carte bene in vista. I giocatori hanno diritto ad una stima ragionevole del chip count degli avversari; pertanto le chips dovrebbero essere tenute in colonne visibili. PSLive raccomanda stack con multipli di 20 come standard del settore. I giocatori devono tenere le chips di valore più alto sempre visibili.
    1. I giocatori hanno diritto soltanto ad un conteggio esatto delle puntate in corso e possono ottenere un conteggio completo delle chips dell'avversario solo quando questi è andato all-in.
  6. Muovere le chips: tutte le chips devono essere trasportate negli appositi rack e rimanere visibili in ogni momento. I giocatori non possono tenere o trasportare le chips del torneo in nessuna maniera che potrebbe renderle non visibili. I giocatori che non rispettano questa regola potranno perdere il diritto alle chips occultate e potrebbero essere squalificati. Le chips sequestrate saranno rimosse dal torneo.
  7. Cambi di mazzo: i mazzi vengono cambiati al momento del cambio del dealer o quando ritenuto opportuno da PSLive. I giocatori non possono richiedere un cambio di mazzo.
  8. Mani passate (fold): una mano viene considerata passata quando, mentre è rivolta verso il basso, viene a contatto con il muck del dealer, con le carte bruciate, con il board o con le carte scartate, in seguito all'azione del giocatore o del dealer. Utilizzando la regola 1, lo staff del torneo può recuperare una mano tecnicamente passata e dichiararla attiva qualora ritenesse che esista un valido motivo per farlo e che sia chiaramente possibile recuperare la mano. Di fronte ad una puntata, un giocatore che abbandona le carte con un evidente movimento in avanti verrà considerato un giocatore che ha passato la mano. La decisione del personale di sala è definitiva.
    1. Passare al di fuori del turno sarà vincolante a patto che vengano rispettate le circostanze descritte nella regola 27.
  9. Mani contese e annullate: il diritto a contendere una mano termina nel momento in cui ha inizio la mano successiva. Una nuova mano ha inizio con il primo mescolamento di carte. Per i tavoli che utilizzano una macchina che mescola le carte automaticamente, l'inizio della nuova mano sarà determinato dal momento in cui il dealer preme il pulsante per estrarre le carte.
    1. Annullare una mano: i dealer non possono annullare una mano che è stata mostrata e che era chiaramente la mano vincente. I giocatori sono invitati a collaborare nella lettura delle mani mostrate se hanno la sensazione che stia per essere commesso un errore.
    2. Mani non protette: se un dealer annulla una mano non protetta, il giocatore non ha diritto ad alcuna compensazione né a ricevere indietro i propri soldi. Fa eccezione il caso in cui un giocatore abbia rilanciato e il suo rilancio non sia ancora stato visto: in questo caso potrebbe riavere indietro i soldi del rilancio. Se il rilancio è stato visto, invece, il giocatore può venire eliminato dalla mano.
  10. Side pot: ogni side pot sarà considerato come un piatto separato. I piatti non saranno mescolati prima di essere divisi fra i legittimi vincitori.  I giocatori non possono toccare il piatto per nessuna ragione.
  11. Chiamare il tempo: una volta trascorso un periodo di tempo ragionevole, un giocatore può chiamare il tempo. In seguito all'approvazione della richiesta da parte del personale, al giocatore verrà concesso un minuto per agire. Questo minuto consiste di un limite di tempo di 50 secondi. Se il giocatore non agisce, ci sarà un conto alla rovescia di 10 secondi. Se al termine del conto alla rovescia il giocatore non ha ancora agito, la sua mano sarà considerata dead. I supervisori del torneo si riservano il diritto di ridurre il tempo concesso qualora ritenessero che un giocatore stia rallentando l’azione deliberatamente. Un giocatore che rallenta l’azione deliberatamente potrebbe subire una penalità.
    1. Per i tornei PSLive con livelli di venti minuti o meno, il tempo concesso sarà pari a venticinque secondi con conto alla rovescia di cinque secondi.
    2. Nel caso l'azione del giocatore sembri avere luogo al termine esatto del conto alla rovescia, di norma si considera valida, in attesa di una verifica in base alla regola 1.
  12. Gioco alla fine della giornata: nei tornei che durano più di una giornata, al fine di prevenire rallentamenti deliberati dell’azione (stalling) sarà seguita la seguente procedura. Fra quindici e cinque minuti prima della fine dell’ultimo livello di gioco, il direttore del torneo fermerà l’orologio. Un giocatore pescherà una carta il cui valore è compreso fra tre e sette e quello sarà il numero di mani che verranno giocate per il resto della giornata. Il direttore del torneo annuncerà a tutti i partecipanti il numero di mani rimanenti e su tutti i tavoli si giocherà questo numero di mani prima che la giornata si concluda, a partire dal prossimo mescolamento del mazzo o dal momento in cui viene premuto il pulsante per estrarre le carte sulla macchina per rimescolare automaticamente il mazzo.
  13. Gioco una mano alla volta (hand for hand): quando il torneo entra nella fase in cui i giocatori stanno per arrivare a premio (la cosiddetta bolla), il gioco passerà alla modalità una mano alla volta. Quando il direttore del torneo annuncia l’inizio della modalità una mano alla volta, tutti i tavoli termineranno la mano in corso e si fermeranno. Quando tutti i tavoli hanno completato la mano, ogni dealer distribuirà una e una sola altra mano, al termine della quale l’azione si fermerà nuovamente. Questa modalità continuerà fino a quando non vengono eliminati abbastanza giocatori da raggiungere la fase a premio del torneo.
    1. All-in visti: durante la fase di gioco una mano alla volta, quando un dealer ha un all-in visto al suo tavolo, fermerà l’azione, chiedendo ai giocatori coinvolti nell’all-in di non girare le proprie carte. Il tavolo con i giocatori all-in rimarrà in attesa fino a quando tutti gli altri tavoli rimasti nel torneo non avranno completato la mano in corso. A questo punto, lo staff del torneo si avvicinerà al tavolo con l’all-in e ordinerà di andare avanti con la mano. Qualora ci siano più tavoli con una situazione di all-in visto, saranno messi tutti in pausa e riprenderanno uno alla volta, fino a quando non avranno tutti portato a termine la mano in corso.
    2. Se due o più giocatori vengono eliminati durante la stessa mano a tavoli differenti, tutti i giocatori si classificano nella stessa posizione.
    3. Se due o più giocatori vengono eliminati durante la stessa mano allo stesso tavolo, il giocatore che ha iniziato la mano con il maggior numero di chips si piazzerà nella posizione più alta.

Azione

  1. Nuovo livello: quando un livello giunge al termine e lo staff del torneo annuncia l’inizio di quello successivo, entreranno in vigore i nuovi limiti a partire dalla mano successiva. Una nuova mano ha inizio con il primo mescolamento di carte. Quando viene utilizzata una macchina che mescola le carte automaticamente, la nuova mano sarà determinata dal momento in cui il dealer preme il pulsante per estrarre le carte.
  2. Ai vostri posti: per poter partecipare a una mano, un giocatore deve trovarsi al suo posto quando il dealer distribuisce l'ultima carta al bottone. I dealer considereranno passate le mani dei giocatori che non si trovano al proprio posto immediatamente dopo aver distribuito l’ultima carta al bottone o, nei giochi Stud, immediatamente dopo aver distribuito l’ultima carta scoperta sulla third street. I giocatori devono essere al loro posto per poter chiamare il tempo. “Al loro posto” significa intorno alla propria sedia. In caso di dubbi, la decisione dello staff del torneo viene considerata definitiva.
    1. Partite di Stud: nota che nello Stud la carta piu bassa deve necessariamente fare il bring in, quindi anche se la mano non è più in gioco il suo proprietario dovrà pagare comunque il bring in e ricevere la prossima carta. Questa regola verrà applicata.
  3. Azione in corso: i giocatori attivamente coinvolti in una mano devono rimanere al tavolo, anche quando si trovano all-in. Se ti trovi all-in, non ti puoi allontanare dal tavolo per avvicinarti alla ringhiera, girare per la sala, parlare con i media,ecc. Se un giocatore si allontana dal tavolo mentre si trova attivamente coinvolto in una mano, potrebbe ricevere una penalità.
  4. Limite di rilanci: nei giochi No Limit non esiste alcun limite al numero dei rilanci permessi. Nei giochi Limit il numero massimo di puntate viene stabilito dalle regole della casa. Se non esiste una regola in proposito, il limite sarà di una puntata e tre rilanci. Quando il torneo entra nella fase heads-up, il numero massimo di rilanci permessi diventa illimitato.
  5. String bet: i dealer sono tenuti a identificare string bet o raise. Tutti i giocatori al tavolo sono invitati ad aiutare nell’identificazione di string bet o raise nel caso non vengano identificati dal dealer. String bet e raise identificati da un giocatore devono essere verificati da un membro dello staff del torneo. Si verifica una string bet o uno string raise quando una puntata o un rilancio vengono effettuati attraverso movimenti multipli, che possono includere il ritorno allo stack di un giocatore senza una precedente dichiarazione d’intenti verbale, o una mossa mirata a confondere un avversario e indurlo ad agire prima che l’azione del giocatore in questione sia stata completata.
  6. Azione significativa: un'azione significativa è costituita da due azioni qualsiasi in sequenza, con almeno una delle due che mette chips nel piatto; oppure è costituita da una combinazione di tre azioni in sequenza (fare check, puntare, rilanciare, vedere o passare).
  7. Azione verbale e fisica nel turno (undercall comprese): le dichiarazioni verbali riguardanti una puntata effettuate quando è il proprio turno sono vincolanti. Tutte le chips poste nel piatto durante il turno corretto rimangono nel piatto. I giocatori sono tenuti ad agire sempre quando è il loro turno.
    1. Undercall: una "undercall" (puntare meno della puntata minima consentita per vedere) diventa obbligatoriamente un call se effettuata dopo una puntata che apre il gioco in qualsiasi round di puntata in partite a più giocatori, o dopo una puntata heads-up. In ogni situazione, la decisione spetta al direttore del torneo. Ai fini di questa regola, nei giochi con i blind, il big blind è la puntata che apre il gioco nel primo round.
  8. Azione verbale e fisica fuori turno (undercall comprese): le dichiarazioni verbali riguardanti una puntata effettuate quando è il proprio turno sono vincolanti. Tutte le chips poste nel piatto durante il turno corretto rimangono nel piatto. I giocatori sono tenuti ad agire sempre quando è il loro turno. I giocatori che intenzionalmente agiscono quando non è il loro turno per influenzare il gioco di chi li precede potrebbero ricevere una penalità. L’azione (sia verbale che fisica) effettuata fuori turno da un giocatore può essere vincolante se l’azione prima di lui non cambia. Vedere, fare check o passare non vengono considerate mosse che cambiano l'azione. Se l’azione dovesse cambiare, la puntata fuori turno verrebbe considerata non vincolante e verrebbe restituita al giocatore fuori turno. Al giocatore fuori turno verrebbero restituire tutte le opzioni di puntata (vedere, passare, rilanciare).
    1. Se un giocatore ha rilanciato e la sua mano viene considerata dead prima che un secondo giocatore veda il rilancio, il giocatore può avere diritto alla restituzione del rilancio, ma perderà l'importo che ha utilizzato per vedere.
  9. Azione accettata: è responsabilità del giocatore che vede assicurarsi dell'importo esatto della puntata di un avversario prima di vedere, indipendentemente da quanto viene affermato da altri. Se un giocatore che vede richiede un conteggio ma riceve informazioni errate da un dealer o un giocatore, poi mette sul tavolo quell'importo, il giocatore che vede ha accettato pienamente l'azione corretta ed è soggetto all'importo corretto della puntata o dell'all-in. Come per tutte le situazioni in torneo, la regola 1 può applicarsi a discrezione del direttore del torneo.
  10. Chip di grande valore: una chip di grande valore posta nel piatto senza annunciare un rilancio sarà considerata un call. Se un giocatore mette nel piatto una chip di grande valore e dice “Rilancio” o “Raise”, ma non specifica l’importo, il rilancio sarà pari al massimo consentito fino all’importo della chip messa in gioco. Per effettuare un rilancio con una singola chip di grande valore, deve essere effettuata una dichiarazione verbale prima che la chip tocchi la superficie del tavolo. Dopo il flop, se sei il primo giocatore a effettuare una puntata e utilizzi una chip di grande valore senza commentare, significa che l’importo della tua puntata è pari al valore della chip.
  11. Chips multiple: di fronte a una puntata, a meno che non venga dichiarato un rilancio, chips multiple dello stesso valore vengono considerate come un call se rimuovendo una delle chips rimane un importo inferiore a quello necessario per vedere. Esempio: con i blind a 200-400, il giocatore A rilancia fino a1200 (rilancio di 800) e il giocatore B mette nel piatto due chips da 1.000 senza dichiarare un rilancio, il che equivale a vedere. Se il giocatore B avesse messo nel piatto quattro chips da 500, avrebbe rilanciato fino a 2.000 (un altro rilancio di 800).
  12. Rilanciare: è responsabilità del giocatore rendere chiare le proprie intenzioni. I giocatori sono caldamente invitati a dichiarare verbalmente l’importo esatto della loro puntata o del loro rilancio. Nei giochi No Limit o Pot Limit, un rilancio deve essere effettuato:
    1. Mettendo l’intero importo nel piatto in un unico movimento.
    2. Dichiarando verbalmente l’importo totale prima di iniziare a mettere le chips nel piatto.
    3. Dichiarando verbalmente “rilancio” o “raise” prima di mettere nel piatto l’importo necessario a vedere e completando poi l’azione con un unico movimento aggiuntivo.
  13. Rilanci incompleti: se un giocatore effettua un rilancio uguale o superiore al 50% rispetto alla puntata precedente, ma inferiore al rilancio minimo, sarà tenuto a effettuare un rilancio completo. L’importo del rilancio sarà esattamente pari al minimo consentito. Se un giocatore effettua un rilancio inferiore al 50% della puntata precedente senza annunciare “rilancio” o “raise”, dovrà limitarsi a vedere.
  14. Rilanciare all-in: una puntata all-in inferiore a un rilancio completo non riapre le puntata per il giocatore che ha già agito.
  15. All-in con chips nascoste: un all-in effettuato consapevolmente vincola alla mano l’intero stack del giocatore, compresa qualsiasi chip nascosta. Il giocatore all-in non ha però diritto a beneficiare dalle chips nascoste.
    1. Esempio: il giocatore A va all-in per 21.000 e il giocatore B vede con uno stack di 100.000. Nel mettere le chips in mezzo al piatto, il giocatore A scopre due chips da 1.000 sotto il suo braccio. Se il giocatore A vince la mano, avrà diritto a essere pagato solo 21.000 chips. Se perde e viene eliminato dal torneo, il suo avversario riceverà l’intero stack da 23.000.
    2. Eccezione: il giocatore A va all-in per 50.000 e il giocatore B vede con uno stack di 55.000. Nel mettere le chips in mezzo al piatto, il giocatore A scopre una chip da 10.000 sotto il suo braccio. Se il giocatore A vince la mano, avrà diritto a essere pagato solo 50.000 chips. Se la perde, il suo avversario avrà diritto a ricevere un importo pari al suo stack, in questo caso 55.000.

Showdown

  1. Dichiarazioni verbali: le carte parlano. Le dichiarazioniverbali sul contenuto della mano di un giocatore non hanno alcunvalore; a discrezione dello staff del torneo, però, ungiocatore che deliberatamente dichiara una mano diversa da quellache realmente ha può ricevere una penalità.
  2. Showdownall-in: quando un giocatore è all-in e tutta l'azioneè stata completata, le carte saranno scoperte. Se ungiocatore accidentalmente folda/getta via le carte prima chequeste vengano girate, lo staff del torneo si riserva il dirittodi recuperare le carte nel caso siano facilmente identificabili.Igiocatori che intenzionalmente gettano via le proprie carte inunasituazione di all-in possono ricevere unapenalità.
    1. Azione con side pot: nel caso in cui piùgiocatorisiano coinvolti in un side pot quando c'èun giocatoreall-in nel piatto principale, tutti i giocatoridel side pot chearrivano allo showdown sul river sonoobbligati a mostrare leproprie carte, così comeè obbligato ilgiocatore all-in. Nessun giocatorepuò gettare via lecarte allo showdown del side potquando c'è ungiocatore all-in nel piattoprincipale. Il dealer ètenuto a girare tutte lemani, comprese quelle eventualmentegettate via, che sarannoconsiderate attive e manterranno ildiritto a vincere ilpiatto.
  3. Showdown:una volta che l'azione è terminata, il giocatore chehaeffettuato l'ultima azione aggressiva deve mostrare le carteperprimo, dopodiché si procede in senso orario.Questo valeindipendentemente dal fatto che l'ultima azione sisia verificatasul river, sul turn, sul flop o preflop. Neigiochi stud, siapplica la stessa regola, andando indietro finoalla third streetse necessario. Se non c'è stataalcuna azione aggressivadurante l'intera mano, dovràmostrare le carte per primoil giocatore alla sinistra delbottone (nei giochi con flop) oquello che ha effettuato ilbring-in (nei giochi stud),dopodiché siprocederà in senso orario.
    1. I giocatori possono rifiutarsi di mostrare le proprie cartequando è il loro turno. Così facendo,rinunciano a qualsiasi diritto sul piatto.
    2. I giocatori che si rifiutano di mostrare la propria manosaranno soggetti alle azioni specificate nella regola 51b.
  4. Manovincente: per poter aggiudicarsi il piatto, un giocatore devemostrare tutte le sue carte. Questo vale anche quando il suopuntoè costituito dal board. Se nella mano rimane unsologiocatore con le carte, questo non è tenuto amostrarleper incassare il piatto. Esempio: il giocatore B puntasul river eil giocatore A chiama. Il giocatore B getta via lecarte lasciandoche il giocatore A rimanga l'unico presente nelpiatto ad avere lecarte. Il giocatore A potràincassare il piatto senzadover mostrare la propria mano.
    1. Mostrare una mano: si considera che una mano èstata mostrata quando tutte le carte sono state poste a facciain su sul tavolo. Far vedere le carte velocemente, agitarle,ecc. non significa mostrare la mano. Le mani non saranno letteenon potranno vincere il piatto finché non sarannostate mostrate.
    2. Rifiuto a mostrare le carte: se un giocatore si rifiuta dimostrare tutte le proprie carte, il dealer non puòscoprirle ed è tenuto a chiamare lo staff deltorneo.Un membro dello staff intimerà al giocatoredimostrare tutte le sue carte, altrimenti la sua manosarà foldata. Il giocatore avrà adisposizione cinque secondi prima che il membro dello staffannunci che la sua mano è morta e gli infligga unapenalità per aver rallentato lo svolgimento deltorneo. I giocatori presenti al tavolo non possono girare lecarte dell'altro giocatore. Se lo fanno, la manosaràconsiderata attiva, ma il giocatore che hagirato le carte nonsue potrà ricevere unapenalità percomportamento scorretto.
  5. Mostrarela mano vincente: tutti i giocatori che arrivano allo showdownpossono chiedere di vedere le carte di qualsiasi altro giocatore,a patto che siano ancora in possesso delle proprie carte. Igiocatori che hanno gettato via le carte non hanno piùdiritto a chiedere di vedere la mano di un altro giocatore. Tuttele mani scoperte allo showdown su richiesta di un giocatoresaranno girate e avranno diritto a vincere il piatto. I giocatoriche non sono arrivati allo showdown non possono richiedere divedere nessuna mano.
    1. Se esiste un sospetto fondato sulla collusione fra due opiù persone, i giocatori possono richiedere aldealerdi trattenere le carte e di far rivedere la mano allostaff deltorneo.

Penalità e codice di comportamento

  1. Divulgazione di informazioni: i giocatori sono obbligati a proteggersi a vicenda durante tutte le fasi del torneo. Di conseguenza, indipendentemente dal fatto che stiano partecipando a una mano o meno, non possono:
    1. Comunicare dettagli su mani attive o passate.
    2. Consigliare o criticare una giocata prima che l'azione sia completata.
    3. Leggere una mano che non è stata mostrata.
    4. Discutere mani o strategie con gli spettatori.
    5. Cercare o ricevere consulenza da una fonte esterna.
    6. Vige la regola one-player-to-a-hand.
  2. Tavolo televisivo e hole cards: i giocatori che partecipano a un torneo che viene trasmesso via webcast o in televisione sono tenuti a collaborare con il personale addetto alle registrazioni. Questo include mostrare le proprie hole cards all'apposita telecamera integrata nel tavolo. Chiunque non rispetti questa regola può ricevere una penalità.
  3. Mostrare le carte: un giocatore che mostra le proprie carte prima che un'azione sia terminata può ricevere una penalità. Tutti i giocatori al tavolo hanno il diritto di vedere le carte mostrate.
    1. Mostrare e gettare le carte: i giocatori che mostrano le carte a un avversario che ha già passato e poi passano a propria volta possono ricevere una penalità. I giocatori che ripetono questa infrazione saranno penalizzati.
  4. Collusione: il poker è un gioco individuale. Il gioco sleale, come il soft play (giocare in maniera meno aggressiva contro un partner), il chip dumping (perdere intenzionalmente chips a favore di un partner), la collusione per permettere a giocatori di superare la bolla (esempio: il tavolo continua a passare e a concedere il piatto al big blind sulla bolla), ecc. non sono consentiti e possono essere soggetti a penalità.
  5. Violazioni del codice di comportamento: ripetute violazioni del codice di comportamento comporteranno l'assegnazione di una penalità da parte dello staff del torneo. Alcuni esempi includono, senza limitazioni, toccare le carte o le chips di un avversario senza motivo, rallentare il gioco, agire ripetutamente quando non è il proprio turno, lanciare le chips nel piatto, puntare mettendo intenzionalmente le chips fuori dalla portata del dealer o parlare troppo e in maniera inadeguata. Inoltre, le celebrazioni eccessive con scene d'esultanza smodate, comportamento inappropriato, azioni, gesti o condotta fuori luogo potranno essere penalizzati. Queste violazioni includono anche comportamenti offensivi verso lo stile di gioco degli avversari e/o insulti ad altri giocatori per come abbiano giocato o stiano giocando nel torneo.
  6. Linguaggio inappropriato: non saranno tollerate offese verso gli altri giocatori, lo staff del torneo, il personale della poker room o altri addetti ai lavori. Il linguaggio inappropriato, osceno o offensivo diretto a qualsiasi giocatore o addetto ai lavori può avere come conseguenza una penalità. Anche il ripetuto linguaggio inappropriato, osceno o offensivo non diretto contro nessuno può avere come conseguenza una penalità.
  7. Tutti i partecipanti devono comportarsi in maniera educata e civile durante tutti gli eventi e in tutte le aree del torneo. Chiunque riscontri un comportamento inappropriato da parte di un altro individuo è invitato a contattare immediatamente lo staff del torneo. Tale tipo di comportamento include, senza limitazioni, qualsiasi giocatore la cui igiene o la cui condizione di salute siano diventate dannose per gli altri giocatori seduti al tavolo. Determinare se le condizioni d'igiene o di salute di un individuo siano dannose per gli altri giocatori è una decisione che spetta allo staff, che può, a propria discrezione, applicare sanzioni al giocatore in questione qualora questo si rifiutasse di porre rimedio alla situazione in maniera ritenuta soddisfacente da PSLive.
  8. PSLive e/o il direttore o lo staff del torneo possono penalizzare qualsiasi atto che, a discrezione esclusiva di PSLive e/o del direttore o dello staff del torneo, non sia coerente con le regole ufficiali o con l'interesse dell'evento.
  9. Penalità: PSLive e/o il direttore o lo staff del torneo possono, a loro esclusiva discrezione, imporre penalità (elencate sotto) che vanno da un'ammonizione verbale all'esclusione da tutti gli eventi live PSLive. Saranno inflitte penalità in caso di soft-play, di abusi o di comportamenti offensivi. Può essere imposta una penalità se un giocatore lancia una carta fuori dal tavolo, se passa con veemenza scoprendo una o più carte, se insiste ad agire con lentezza, se viola la regola one-player-to-a-hand o se adotta altri comportamenti di questo tipo. Non saranno tollerate offese verso gli altri giocatori, lo staff del torneo, il personale della poker room o altri addetti ai lavori.
    1. Penalità: includono, senza limitazioni, avvertimenti verbali, sospensione per una o più mani, sospensione per uno o più giri (un giro consiste in una mano per ogni giocatore rimasto al tavolo del giocatore penalizzato – 6 giocatori = 6 mani saltate), l'annullamento della mano, l'eliminazione dall'evento, la squalifica dall'evento (che comporta la perdita di qualsiasi diritto sui premi), l'interdizione dall'evento, l'esclusione da tutti gli eventi organizzati dallo sponsor del torneo.
    2. Escalation: non sempre le penalità vengono inflitte seguendo un ordine sequenziale di severità. Lo staff del torneo può squalificare un giocatore per una prima offesa se l'infrazione viene considerata sufficientemente grave. I giocatori sono tenuti a sapere che qualsiasi azione meritevole di una penalità può avere come conseguenza un'ampia gamma di sanzioni disciplinari, anche se si tratta di una prima offesa.
    3. Sospensione per un certo numero di mani/giri: il giocatore sarà tenuto ad allontanarsi dal tavolo e saltare una o più mani o uno o più giri. La mano saltata dal giocatore viene considerata come parte del giro quando viene inflitta una penalità. I giocatori che ricevono una sospensione per un certo numero di mani o di giri devono rimanere al di fuori dell'area del torneo designata per l'intera durata della penalità. Quando un giocatore torna al proprio posto dopo aver scontato una penalità, il dealer è tenuto a notificarlo allo staff del torneo.
    4. Le penalità si muovono: tutte le penalità si muovono insieme al giocatore. Se il giocatore A riceve come penalità una sospensione di 2 giri (16 mani) alla fine della giornata e compie solo 5 delle mani previste dalla penalità, ne sarà preso nota e le restanti 11 mani saranno scontate il giorno successivo. Lo stesso vale anche nel caso un tavolo venga chiuso, nel caso ci sia un cambiamento di posto, ecc.
    5. Eliminazione: i giocatori eliminati dal torneo riceveranno il premio assegnato alla posizione corrispondente alla loro eliminazione.
      1. Esempio: con 15 giocatori rimasti (vengono pagati i primi 100), al giocatore A viene proibito l'ingresso al casinò per azioni non collegate al torneo di poker. Le chips di tale giocatore saranno rimosse dall'evento e lui avrà diritto al premio per il quindicesimo posto.
    6. Squalifica: le chips dei giocatori squalificati da un evento saranno rimosse dal gioco, il loro buy-in continuerà a far parte del montepremi e non avranno diritto ad alcun premio. I giocatori squalificati devono abbandonare immediatamente l'area del torneo.
  10. Proprietà del torneo: le chips da torneo PSLive non hanno alcun valore monetario, sono proprietà esclusiva di PSLive e non possono essere rimosse dall'area del torneo o dall'evento al quale appartengono. I giocatori sorpresi nell'atto di trasferire chips da un evento all'altro o da un giocatore all'altro saranno soggetti a penalità che potrebbero arrivare alla squalifica e all'esclusione da tutti gli eventi live PSLive.
Poker Table

Sei un nuovo giocatore?

Scarica il software di poker gratuito
PokerStars dà a tutti la possibilità di trasformare pochi euro in un ambito posto in un Main Event dello European Poker Tour.

Play Poker
Fantasypoker
News